CAPODANNO 2015 – THE ORGANIC BEAT NITE

Lo scacciapensieri in Sardegna lo chiamano “sa trunfa”, mentre in Calabria è il “malarruni” e in Sicilia diventa “marranzzanu”.
Dalle nostre parti dire “scacciapensieri” vuol dire un gregge di pecore al pascolo, terre aride, barbe ruvide, labbra arse dal sole infuocato.

Il didgeridoo arriva dall’Australia: laggiù hanno più di 50 nomi per riferirsi a quello strumento tribale che, secondo alcuni, esiste da più di 40.000 anni. Strumento mistico, difficile spiegare le sensazioni che evoca: sono primitive, ancestrali.

Il beatboxing consiste nel riprodurre con la sola bocca
quello che di solito fanno una batteria, una consolle, un mixer e mille altri strumenti.
La sintesi ultima di un uomo che non ha più bisogno di strumento alcuno perchè egli stesso si trasforma in consolle, mixer, batteria e molto altro.
Egli stesso si trasforma in macchina.

Gli Airtist sono tutto questo messo insieme: con strumenti primordiali ottengono una potenza antica per arrivare a sonorità e ritmi devastanti.
A curriculum hanno live sui palchi più prestigiosi d’Europa, dallo Sziget di Budapest al Namaste di Ibiza, tre elementi che da Austria (Markus Meurer) e Ungheria (Aron Szilagyi, Dome) fanno tremare le terre di tutti i continenti.
Artisti che non hanno bisogno di nient’altro se non di aria per farti ballare, si chiama Organic Beat.
Sono persone con una visione, su questo non c’è dubbio.

http://records.aural.hu/
https://www.youtube.com/watch?v=QfXJ8V1-Mq8
_________________

In apertura da Londra Troppo Mixx aka Ugo Galelli.
Music selector nato nella nightlife milanese e poi collaboratore con realtà come PlaytoWin e Social.
_________________

In chiusura, fino ai primi fischiettii degli uccellini, This Was Tomorrow aka Marco Bruschi fondatore di CLOSER †∆ a r c h e t y p e p a r t y ∆†

http://thiswastomorrow-blog.tumblr.com/
_________________

Abbiamo pensato a qualcosa di speciale per questo capodanno, qualcosa che ci rappresentasse il più possibile, come massima espressione di quello che siamo e siamo stati, di quello che facciamo.
Eravamo ancora AleNashVale quando nell’agosto 2011, in giro per festival europei, abbiamo conosciuto loro, gli Airtist, la loro musica impossibile, il loro ritmo impossibile.
A distanza di anni, finalmente, gli Airtist arrivano a Genova.
Andarsene via per questo capodanno è da pazzi.

_________________

INFO E PREVENDITA

WWW.CARAVANSOCIETY.IT

I biglietti sono acquistabili al prezzo di €25 presso la biglietterie de LaClaque e del Teatro Della Tosse.
Sono inoltre disponibili presso FABRIEK STUDIO e Kiss Polly

Teatro della Tosse
Piazza Renato Negri, 6/2, 16123 Genova
orario biglietteria:
da martedì a venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00;
sabato dalle ore 15.00 alle ore 19;
la domenica, in caso di spettacolo pomeridiano, dalle ore 15 alle ore 18.

capodanno locandina 2-01

 

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *